Daredevil Italia/Le Notti del Diavolo/Panini Comics/Recensione Daredevil

DAREDEVIL #12 – GIUGNO 2017 (RECENSIONE)

Il menù della nostra testata cambia. Iniziamo con Daredevil.
La nuova run di Punisher, Powerman & Iron Fist ed infine Elektra con la Mano.

DD 14

– Daredevil ,vol.5 – Arte Oscura – (Parte 5)
La fine del ciclo di Muse. Sono rimasto davvero ma davvero soddisfatto.
L’arco narrativo più interessante (finora) della run di Soule, che non da mai un taglio netto al passato, anzi, ritorna indietro per chiudere qualche finestra lasciata socchiusa. Blindspot è stato rapito da Muse che vuole trasformarlo nella sua ennesima opera d’arte. Daredevil arriva in tempo ma non riesce a fermare Muse, che infila le sue belle dita negli occhi del povero Sam. Sono rimasto senza parole.
Un finale che sembra quasi circolare, tutto ritorna e si ripete… Come i sensi di colpa per Matt.
Al di fuori di Muse che è un gran villain (ed è stato lui a uccidere Diecidita) non mi potevo mai immaginare questa “fine” per Blindspot. Ora non sappiamo se lo rivedremo, quando e come sopratutto ma è sicuramente un gran colpo di scena e non penso che gli Inumani e le loro tecnologie possano fare molto.

VOTO: 9

PUNISHER

– The Punisher #1, vol. 10 – On The Road (Parte 1)
Ritorna il nostro Frank Castle con una nuova run. Ai testi Becky Cloonan e ai disegni Steve Dillon.
Inizia subito col botto. Abbiamo due magazzini; in uno ci sta un’organizzazione criminale capeggiata da un certo Condor che non vediamo, ma conosciamo il suo braccio destro chiamato “Faccia”, fanno parte della squadra Olaf e due gemelli e dall’altra parte, nel magazzino di fronte, abbiamo la D.E.A. che osserva tutti i movimenti e sta creando il piano perfetto per arrestare tutti, ma non sa che nello stesso magazzino ci sta anche Frank Castle, che ha dei metodi leggermente diversi e di notte fa piazza pulita, l’unica persona che resta vive e Olaf (scopriamo era un collega di Frank) che da una cartella piena di informazioni al nostro caro Castle. “Faccia” che non si trovava lì, adesso il suo (e del suo capo Condor) unico obiettivo è uccidere Punisher.

VOTO: 8

LUKE E DANNY

– Power Man & Iron Fist #10, vol. 3 – Harlem brucia (Parte 1)
Ritornano i colori e ritorna Sanford Greene con il suo tratto spigoloso, irregolare e tanto pop ma sopratutto ritornano Luke e Danny, che sinceramente mi erano mancati un pò, la parentesi Civil War II non li ha fatto brillare particolarmente. Danny è in liberta vigilata e insieme a Luke stanno cercando di riportare l’ordine e riportare dentro (in carcere) tutti i criminali evasi (durante lo scontro con Carol Danvers, nel numero della Civil War II). Qual è il problema? Esiste l’Agnitus, un programma di riconoscimento facciale (un software mistico) che può creare dei precedenti penali che non esistono hackerando il database della polizia, creando anche mandati di cattura per gente innocente e in questo modo molta gente è in pericolo e chi possiede l’Agnitus ha un gran potere. Il crimine sembra muoversi abbiamo Lapide, Cottonmouth (con Gatta Nera) e sopratutto Black Mariah e tutti vogliono un pezzo della torta. Ospite d’eccezione, Alex Wilder, ex Runaway, aspirante boss criminale che ha rapito l’Agnitus.  Luke e Danny hanno un gran lavoro da fare, recuperare l’Agnitus, riportare in prigione i criminali evasi e liberare gli innocenti (e nel tempo libero fermare tutti quei boss). Bellissima la scena con tutti gli eroi  in riunione con il duo (si, c’era Daredevil).

VOTO: 8+

– ELEKTRA – The Hand #2/4 – Il primo colpo (Parte 2)
Una miniserie incentrata sulla nascita, sulle origini della Mano. Tutto parte nel 1575, in Giappone, Kagenobu, un bimbo, cerca di salvare la madre commettendo un omicidio ma la colpa se la prende tutta la madre scappando. Lui viene recuperato da dei monaci e addestrato da Ishiyama. il ragazzo cresce sempre di più. Non vuole essere l’alleato di nessuno. Si allontana da tutti. Il ragazzo con la Mano piena di sangue (appunto) stampata dietro al kimono, è un samurai ma vuole essere senza padrone ed è solitario fino a quando scopre la morte del vecchio maestro Ishiyama ed è pronto per un lungo cammino che lo porterà a dirigere la scuola ma nella strada trova Sasaki-San. Insieme cercheranno di prendersi tutto ciò che gli è stato tolto. Il primo obiettivo? La più grande nave in un villaggio di pescatori, sterminare tutti i pirati.

VOTO: 5+

DD -

Vi ricordo che dal prossimo numero la testata diventa quindicinale. Le prossime recensioni (nonostante la quindicinalità) saranno (messe insieme e) pubblicate a fine mese sempre su questo blog e condivise su FB.
Alla prossima diavolacci!

Annunci

One thought on “DAREDEVIL #12 – GIUGNO 2017 (RECENSIONE)

  1. Commento il buon, caro, vecchio, Punitore, personaggio che ho molto amato fino all’arrivo di Ennis & Dillon. Non mi è mai piaciuto l’aspetto “black splastick” con cui hanno infarcito le storie di Frank. Purtroppo anche la nuova scrittrice prosegue con lo stesso stile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...